News

02 May 2019

clicca qui
 

">

Per quanto rare, le condanne in solido dell’Ente e dell’esercente la professione sanitaria in sede civile stanno aumentando.


In questi casi il danneggiato può richiedere il risarcimento, a sua scelta, a una qualsiasi delle parti condannate


Talvolta l’avente diritto si rivolge direttamente all'esercente la professione sanitaria aggredendo il suo patrimonio.


Il diritto dell’esercente la professione sanitaria a rivalersi sull'Ente ex CCNL, o sull'ente privato, ha in questi casi un effetto tardivo rispetto all'esecuzione della sentenza emessa dal giudice di merito.


Per tutelare al meglio i chimici/fisici la polizza convenzione della Federazione offre la possibilità di estendere la copertura anche a queste potenziali situazioni di rischio.


Per conoscere il preventivo inclusivo della garanzia “responsabilità solidale estesa” clicca qui
 

02 May 2019

L’8 marzo 2017 è stata pubblicata la Legge n.ro 24, nota anche come “Legge Gelli”.
La nuova disciplina, che dal presidente della Federazione Ispasvi e il ministro Lorenzin è stata definita come un passo storico per la sanità, prevede le seguenti novità sotto il profilo assicurativo:

  • Obbligo assicurativo

È obbligatorio assicurarsi per i professionisti sanitari, sia liberi professionisti che dipendenti, pubblici o privati.

  • Retroattività e ultrattività

Le coperture assicurative dovranno operare anche per eventi accaduti nei dieci anni antecedenti la stipulazione delle stesse, purché denunciati mentre la polizza è in vigore.


In caso di cessazione definitiva dell’attività professionale per qualsiasi causa dovrà inoltre essere previsto un periodo di ultrattività della copertura assicurativa per i dieci anni successivi alla data di cessazione.


Tale periodo di ultrattività coprirà i sinistri che dovessero pervenire per fatti verificatisi nel periodo di operatività della copertura. L’ultrattività è estesa agli eredi e non è assoggettabile alla clausola di disdetta.


Se il periodo di retroattività e l’ultrattività decennali sono entrati subito in vigore, ci sono altre disposizioni riguardo alle “condizioni minime essenziali” delle coperture assicurative che necessitano ancora  di appositi decreti attuativi.
 

02 May 2019

La “Colpa Grave” è una tematica che sta catturando sempre più interesse da parte degli operatori del SSN; è quindi utile fare un breve cenno sull'azione di rivalsa.


Innanzitutto, la struttura sanitaria condannata a risarcire un danno al paziente  può rivalersi sul medico solo in caso di dolo o colpa grave.


Se il professionista non partecipa alla procedura giudiziale iniziale, la struttura può rivalersi nei suoi confronti solo dopo aver risarcito il paziente; in ogni caso, l’azione di rivalsa deve essere esercitata entro un anno dal pagamento, pena la decadenza.


Inoltre, se il professionista non era presente al giudizio, la decisione pronunciata all'esito di quest’ultimo non può essere determinante nel giudizio di rivalsa.


Al professionista ritenuto responsabile con “colpa grave” la  Corte dei Conti non può richiedere un importo superiore al triplo della retribuzione lorda annua, riferita all'anno in cui si è verificato l’evento lesivo, all'anno precedente  o all'anno successivo.


Vuoi sapere di più sulle polizze RC Colpa Grave per i chimici e fisici impegnati nelle strutture sanitarie pubbliche e private ? Clicca qui
 

02 May 2019

clicca qui.

">

La Federazione ha concluso con la spettabile REALE MUTUA Assicurazioni la prima polizza convenzione  per i chimici ed i fisici che lavorano nelle strutture sanitarie pubbliche e private, con testo normativo e tariffe dedicate ad esito di una gara pubblica per Compagnie Assicurative.

 

La professione del chimico e del fisico è stata infatti riconosciuta professione sanitaria con la legge n.3 /2018 e come tale impone oggi l’obbligo di copertura RC professionale come stabilito dalla legge Gelli n.24 del 2017.

 

Queste le caratteristiche peculiari della Polizza Convenzione della Federazione:

 

  • Oggetto della copertura Responsabilità civile per colpa grave
  • Retroattività illimitata
  • Ultrattività illimitata in seguito alla cessazione dell’attività
  • Equiparazione delle circostanze  alle richieste di risarcimento (cosiddetta deeming clause) 
  • Estensione alla responsabilità solidale – si veda approfondimento nella news dedicata

Per approfondire tutti i particolari della Polizza Convenzione unitamente, clicca qui.